giovedì 10 maggio 2012

recensioni

 LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE
JOSEPH ROTH

trama: Il libro segue le vicende di un barbone alcolizzato, Andreas Kartak. Originario dell'impero asburgico, dopo aver ucciso il marito della sua amante fugge a Parigi. Vive sotto i ponti di Parigi: ricevuti 200 franchi da un uomo che aveva deciso di convertirsi al Cristianesimo, dopo aver conosciuto la storia della piccola Santa Teresa, Andreas si impegna a restituire il denaro la domenica seguente, facendo un'offerta nella chiesa di Santa Maria di Batignolles, prima della messa delle dieci. Molte volte Andreas, aiutato dal destino, avrà in tasca una somma di denaro sufficiente per saldare il proprio debito, recuperando l'onore e la dignità; altrettante volte si lascerà però distrarre da amori, vizi, vecchie amicizie, ricadendo puntualmente nell'amore per le belle donne (Karoline) e dell'alcol(pernod)  Nelle ultime pagine Andreas è per l'ennesima volta in un bistrot vicino alla cappella, e ubriaco viene colto da un malore. Poco prima di morire vede entrare nel bistrot una ragazzina, che sembra andargli incontro, e pensa si tratti di Santa Teresa, venuta a cercarlo e perdonarlo. Con quest'illusione di essere stato redento, Andreas muore felice.


commento personale: una lettura veloce e scorrevole, un'ottima trasposizione su carta dei sentimenti dei cosiddetti barboni e del loro senso dell'onore


DELITTO IDEALE
LUIGI CAPUANA

trama: tutte novelle, in cui Capuana crede molto e tutte interessanti. A partire dall'uomo che si fa giustizia da solo per aver "solo desiderato" di uccidere un uomo

commento personale: tutti i racconti, nessuno escluso, potrebbero essere trasportati sul grande schermo in chiave moderna, tutti assolutamente attualissimi

venerdì 4 maggio 2012

sal snapper year by bent creek - settembre

su lino color panna 11 fili, filati mouline DMC ma non nei colori originali previsti dallo schema
ecco il mese di settembre

e qui la visione d'insieme

giovedì 3 maggio 2012

52 week project 2012 - 18/52

per il 18esimo appuntamento con l'iniziativa di Simona, sempre tema natura, ho scelto la foto di questo vitino che silenzioso silenzioso è cresciuto in un angolo del paddock di Idalgo. Con cura e delicatezza, lo abbiamo preso e messo in vaso, sperando che con la stessa delicatezza possa arrampicarsi lungo il muro di casa nostra. Secondo me, una vite che nasce spontanea può solo portar fortuna, e secondo voi? e chissà che tra qualche anno non vi mostri la foto di come è cresciuto :D


martedì 1 maggio 2012

sal a schema libero Renato Parolin, Il rovere antico

era partito dal mio blog, ma si è spostato su facebook, per questioni di comodità nella comunicazione tra le varie partecipanti. A fine sal posterò comunque qui i lavori di tutte ;)

Lo schema che ho scelto io è "il rovere antico" e più lo ricamo più me ne innamoro
su lino 13 fili color greggio di f.lli graziano, filati mouline DMC

ecco dove sono arrivata

lunedì 30 aprile 2012

buon 1° maggio a tutti!!!!!

una ricorrenza a cui tengo profondamente, molto più di altre. E che spero mi porti anche fortuna nella vita, dal momento che ho iniziato a lavorare proprio il 2 maggio! incredibile vero come si ricordino certe date perfettamente! per esempio non vi saprei proprio dire il giorno in cui ho conosciuto mio marito, ma il giorno che ho cominciato a lavorare, è scolpito nella mia mente


per ricordare con voi questa giornata ho scelto una foto scattata a Milano. In piazza Duomo, hanno allestito questa rappresentazione: 100 tute vuote, che simboleggiano altrettanti lavoratori anonimi morti sul posto di lavoro e di cui troppo spesso ci si dimentica. Credo che la foto parli da sola, per cui non aggiungo altro

sabato 28 aprile 2012


per il 17° appuntamento con il 52 week project 2012 ho scelto la foto del mio fiore preferito: la rosa. In particolare, vi mostro la fioritura delle rose cespuglio che ho proprio davanti casa, non sono meravigliose? 
Tra l'altro forse non tutti sanno che la rosa è uno dei fiori più belli, ma anche dei più robusti in assoluto, resiste a ogni intemperia o a siccità e secondo me è anche di buon auspicio! il vostro colore preferito? per me ovviamente il rosso :D

giovedì 26 aprile 2012

www.naturalandbio.it


solo poche parole per annunciarvi che finalmente siamo ufficialmente anche online. Il sito è questo

www.naturalandbio.it

qui potrete trovare anche un particolare assortimento di tessuti naturali per i vostri hobbies, ma anche prodotti biologici per la persona e la casa. In realtà la gamma di prodotti  è molto più vasta, ma online non ci è possibile mettere a disposizione i nostri prodotti sfusi.....per questo vi faremo sapere quali sono le piazze dove porteremo il nostro negozio itinerante ;)

In questi giorni forse troverete il sito non perfettamente funzionante, i programmatori stanno facendo le ultime prove, ma tornate a visitarlo spesso perché è proprio una questione di giorni alla sua attivazione completa ;)

ed ora buona navigazione e............fatemi gli auguri :D

mercoledì 25 aprile 2012

banner per la stitching room


finalmente sono pronti e posizionati anche loro, i banner cavallosi che arricchiscono la stanza dove ricamo.

Regalati da Cristina mesi fa, non avevo mai il tempo di preparli. Finalmente mi son decisa, et voilà, cuciti e appesi

non sembrano veri questi cavalli?


L'oro gitano non tintinna e non brilla. Luccica al sole e nitrisce nel buio - detto degli zingari di Galway

lunedì 23 aprile 2012

sal "snapper year" bent creek - august

con calma, molta calma, arrivo anche io a finire le tappe, ahahahahah....ecco agosto, carissimo da ricamare

ormai ci siamo, mancano quattro mesi e due stagioni, il grosso è fatto ;)


devo ringraziare ora Anna per il premio che mi ha dato e che serve a far conoscere qualcosa di più di noi.  Le regole sono due:

ringraziare chi ti ha premiato (corro a farlo :D) ed elencare tre cibi che ti piacciono particolarmente
- le fragole, in tutti i modi e in tutte le salse. per una ricetta facile e veloce, vi consiglio questo antipasto scelto per il pranzo del mio matrimonio: tagliata di pesce spada affumicato servito con fragole.....così, semplice semplice, ma raffinatissimo
- il caffè: anche questo in tutte le salse, anche se il preferito rimane il caffè espresso ristretto
- lo yogurt: chi mi conosce bene sa che se parto con una dieta divento bravissima.....ma non toglietemi lo yogurt! ultimamente lo mangio solo di soia, ma comunque ne divoro barattoli e barattoli, a colazione, a pranzo, a merenda, per cena....ogni occasione è buona per uno yogurt!
ora dovrei girare il premio ad altre dieci blogghine, ma come si fa? facciamo così: chiunque passi di qui, lo prenda! questo premio è per tutte le buone forchette del web ;)


recensioni

I VICERE'
Federico De Roberto

da wikipedia

Il romanzo è diviso in tre parti: la prima parte inizia con la morte della vecchia principessa Teresa, crudele e dispotica, che nomina eredi universali il primogenito Giacomo e il prediletto terzogenito Raimondo, lasciando solo legati minori agli altri figli: Angiolina e Lodovico, monaci, Chiara, moglie del marchese di Villardita, Ferdinando e Lucrezia, non sposati. Mentre in famiglia sorgono contrasti sulla divisione dell'eredità, il principino Consalvo, figlio di Giacomo, viene mandato a studiare al ricco convento di San Nicola, dove già vivono gli zii Lodovico e Blasco. Raimondo intreccia una relazione con donna Isabella Fersa, mentre Lucrezia si invaghisce del giovane avvocato liberale Benedetto Giulente. Con lo sbarco dei Mille in Sicilia, lo zio Gaspare si rende popolare presso i rivoluzionari per le sue simpatie liberali. Benedetto Giulente si unisce ai garibaldini e viene ferito nella battaglia del Volturno, e rientra a Catania accolto da eroe; superando le resistenze della famiglia, sposa Lucrezia. Chiara, finalmente incinta dopo lunga attesa, partorisce un feto mostruoso che muore subito. Dopo il plebiscito che sancisce l'annessione al Regno d'Italia, Gaspare nel 1861 viene eletto deputato, carica che sfrutterà per arricchirsi.
La seconda parte segue le vicende della famiglia fino al 1870. Raimondo abbandona la moglie Matilde; grazie alla loro influenza gli Uzeda ottengono l'annullamento del suo matrimonio e di quello di donna Isabella, che Raimondo sposa subito dopo. La cugina Graziella, dopo la morte del marito, frequenta assiduamente casa Uzeda e sposa Giacomo non appena questi resta vedovo. Nel 1867 il convento di San Nicola viene soppresso, e Blasco investe le ricchezze sottratte al convento in buoni del tesoro e in terreni già appartenuti al convento stesso; per convenienza si converte al liberalismo e diventa sostenitore del nuovo stato, fino a festeggiare per strada la presa di Roma. Consalvo, finalmente uscito dal convento, conduce vita sregolata e i rapporti tra lui e il padre peggiorano. Ferdinando, gravemente malato di corpo e di mente, muore.
La terza parte è dominata dalle vicende di Consalvo e Teresa, figli di Giacomo. Dopo un viaggio sul continente e all'estero, Consalvo decide di intraprendere la carriera politica, aiutato dalle sue doti di oratore e dall'influenza dello zio Gaspare. Teresa si innamora, ricambiata, del cugino Giovannino Radalì, ma i due cedono alle rispettive famiglie e Teresa si adatta a sposare il rozzo Michele, fratello maggiore di Giovannino. Ma l'amore tra i due si risveglia e la sua impossibilità porta Giovannino al suicidio. Giacomo, gravemente malato e in pessimi rapporti con Consalvo, lo disereda poco prima di morire, ma questo non ostacola i progetti del giovane, che si rende popolare come assessore e poi sindaco. Il romanzo si conclude con le prime elezioni a suffragio allargato del 1882 in cui Consalvo, di fede reazionaria e borbonica, finge idee di sinistra e viene eletto trionfalmente, convinto che - al di là di ogni rivolgimento storico - nulla possa veramente cambiare e che i privilegiati debbano adattarsi alle nuove situazioni politiche, come quella successiva all’unità, potendo solo così mantenere intatti dominio e potere.
Emerge da questo quadro il fallimento degli ideali risorgimentali con una interpretazione già presente nelle novelle Il reverendoLibertà e Mastro-don Gesualdo del Verga e che accomuna molti tra gli scrittori meridionali, da Pirandello, nel romanzo I vecchi e i giovani, a Tomasi di Lampedusa, nel Gattopardo.
Nell'explicit del lavoro di De Roberto, quando Consalvo, ormai deputato, parla alla "zitellona" zia Ferdinanda, vi è l'intera chiave di lettura del romanzo:
« ... Noi siamo troppo volubili e troppo cocciuti ad un tempo. Guardiamo la zia Chiara, prima capace di morire piuttosto che di sposare il marchese, poi un'anima in due corpi con lui, poi in guerra ad oltranza. Guardiamo la zia Lucrezia che, viceversa, fece pazzie per sposare Giulente, poi lo disprezzò come un servo, e adesso è tutta una cosa con lui, fino al punto di far la guerra a me e di spingerlo al ridicolo del fiasco elettorale! Guardiamo, in un altro senso, la stessa Teresa. Per obbedienza filiale, per farsi dar della santa, sposò chi non amava, affrettò la pazzia ed il suicidio del povero Giovannino; e adesso va ad inginocchiarsi tutti i giorni nella cappella della Beata Ximena, dove arde la lampada accesa per la salute del povero cugino! E la Beata Ximena che cosa fu se non una divina cocciuta? Io stesso, il giorno che mi proposi di mutar vita, non vissi se non per prepararmi alla nuova. Ma la storia della nostra famiglia è piena di simili conversioni repentine, di simili ostinazioni nel bene e nel male... Io farei veramente divertire Vostra Eccellenza, scrivendole tutta la cronaca contemporanea con lo stile degli antichi autori: Vostra Eccellenza riconoscerebbe subito che il suo giudizio non è esatto. No, la nostra razza non è degenerata: è sempre la stessa. »
Quando I Viceré uscì non ebbe fortuna perché il naturalismo stava ormai declinando ed iniziava ad affermarsi la reazione spiritualistica di D'AnnunzioFogazzaroPascoli. Inoltre, il tono troppo pessimistico e la forma poco elegante non potevano più essere apprezzati in un momento in cui trionfavano il nazionalismo ed il formalismo. A influenzare l'insuccesso del romanzo venne infine la critica negativa di Benedetto Croce.[2]
Tuttavia I Viceré, insieme ai Malavoglia del Verga, è uno dei capolavori del Verismo italiano per la ricchezza dei personaggi, l'ampiezza della struttura e la vivezza della rappresentazione.


commento personale: titubante all'inizio della lettura, non essendo molto amante del verismo, mi aspettavo una lettura pesante. e invece gia dalle prime pagine mi sono trovata avvinta da una storia senza tempo, attualissima  anche oggi nei suoi contenuti e viene spontaneo, alla parola fine, chiedersi come mai si prediligano altri autori da studiare a scuola, quando un capolavoro come questo  è sicuramente di più facile interpretazione per i ragazzi

sabato 21 aprile 2012

sal LHN "hillside travelers" - III tappa

finalmente ho ripreso in mano questo schema, mi piace tantissimo, ma quando si sceglie di fare tappe troppo distanziate tra loro, mi annoio un po'....infatti mi sa che preso in mano adesso, probabilmente abbandono le tappe e lo completo ;)
foto della terza tappa

e visione d'ìnsieme sin dove sono arrivata

giovedì 19 aprile 2012

52 week project 2012 - 16/52


dopo la splendida alba dell'undicesima foto, per questo appuntamento con il 52 week project 2012 vi faccio vedere il tramonto di qualche giorno fa (quando ancora non pioveva, ahahahahha)
Questa collina  è il fiore all'occhiello della nostra zona, coltivata perfettamente con ampi filari sempre ben curati....e mi sa che il proprietario prima o poi mi manderà al diavolo perchè proprio grazie ai suoi ampi filari  è spesso la mia meta per le mie cavalcate, ahahahahha

come al solito la foto fa parte dell'iniziativa proposta da Simona

martedì 17 aprile 2012

recensioni

E' nata una star?
Nick Hornby

Tra le tante cose che una mamma non vorrebbe scoprire sul proprio figlio adolescente ce n'è una un po' imbarazzante... a dire il vero molto imbarazzante. E non aiuta il fatto di venirla a sapere dalla vicina di casa pettegola, che una mattina ti fa trovare nela buca delle lettere un video accompagnato da un biglietto. Lynn non riesce a crederci: è suo figlio Mark quello in copertina. Il film ha un titolo non proprio edificante ed è vietato ai minori. Sì, insomma, Mark a quanto pare ha un talento nascosto, insospettato. E l'ha messo a frutto cimentandosi come pornostar. Come si affronta una novità del genere? Lynn deve dirlo a Dave, suo marito, e insieme dovranno parlarne con il ragazzo... forse da oggi nella loro famiglia niente sarà più come prima. O no?

commento personale: l'idea dell'autore era molto bella, il racconto esilarante, gli argomenti messi in discussione tanti, ma con delusione mi sono accorta che manca il finale. decisamente non mi è piaciuto, è stato un modo superficiale di affrontare un argomento quale la scoperta del lato "sconosciuto" di un figlio da parte dei genitori

domenica 15 aprile 2012

Operazione "sfoltiamo i ricamabili" - asciugamani primavera

appena arrivato il numero di aprile de "le idee di susanna" mi sono innamorata subito delle rondinelle.....cerca e ricerca, trovo questa coppia di spugne bianca f.lli graziano e parto all'attacco.....e questo è il risultato. Per la fretta di mostrarvelo, non l'ho nemmeno ne lavato ne stirato, per cui si notano tutti gli errori di centratura che ho fatto :(

grande

piccolo

sabato 14 aprile 2012

Brittercup per il Gattile Azalea, Roma

Non mi occupo mai di beneficenza perché sono sempre un po' dubbiosa su come vengano utilizzati i fondi raccolti, purtroppo anche questo comportamento, come tanti altri ultimamente, è dettato dal cattivo esempio della nostra politica.
Ma questa volta conosco bene la persona che si occupa di raccogliere il materiale e il gruppo mi ha aiutato quando cercavo il papà del cagnolino abbandonato che ho ospitato lo scorso settembre a casa mia, per cui a un loro appello non mi son tirata indietro. Il mercatino si terrà a maggio, perciò il tempo era davvero poco e son riuscita a preparare al volo queste due simpatiche cosine.
il disegnatore è sempre Brittercup, questo schema con uccellino è ricamato su un grembiule da cucina

e questo dolcissimo "I love my cat" su uno strofinaccio da cucina

visione d'insieme dei due oggetti "felini"

qui sotto vi lascio un filmato del gattile in questione


e infine invito tutti ad andare a visitare il mercatino di maggio e a offrire come me il vostro contributo

venerdì 13 aprile 2012

52 week project 2012 - 15/52

per questo 15esimo appuntamento, ho scelto una foto scattata di corsa e male con il cellulare, ma volevo farvi vedere la bellezza della natura, che regala una fioritura di glicine così bella sul muro diroccato di una vecchia distilleria di campagna.  vi assicuro che lo spettacolo dal vivo è molto suggestivo



e ora scappo a vedere le foto delle altre partecipanti al 52 week project 2012 ;)

martedì 10 aprile 2012

nuova collaborazione : "Romy's creations"

in un negozio virtuale che si rispetti e che vende prodotti naturali, potevano mancare delle tele naturali tinte con coloranti naturali? ma certo che no! e potevate voi fidarvi della mia abilità chimica? ma ovvio che no! e allora come fare? cercare la collaborazione di chi di tinture se ne intende meglio, Romy
qui vi mostro in anteprima le tele che ha creato in esclusiva per la natural & bio che per ora trovate su facebook e nel nuovo blog cliccando qui

variante coffee su mistolino a fili contati

variante karkade su mistolino a fili contati

variante zafferano su mistolino a fili contati



SAL SNAPPER YEAR BENT CREEK - July

e piano piano proseguiamo anche con questo sal....ormai la metà è andata, siamo sulla via del ritorno

il mese di luglio :D

domenica 8 aprile 2012

Tour "Crocette estive 2011" - Destinazione Isa Vautier - operazione ufo conclusa :d

Yuppie!!!!! dopo mesi e mesi di stasi, finalmente ho ripreso in mano il ricamo e l'ho terminato
sicuramente lo incornicerò, ma sono ancora indecisa se mettere del nastro verde intorno al ricamo o completarlo con il punto quadro....vi farò sapere

ecco i particolare

lino bianco 11 fili f.lli graziano
moulinè DMC col. 3052 e variation 4050

52 week project 2012 - 14/52

 per il quattordicesimo appuntamento, mentre sul web impazzano foto di uova e ovette di tutti i tipi e di tutti i materiali, io ho scelto le uova bio delle mie amiche cocò :D 
e con l'occasione auguro a tutte di trascorrere una giornata serena in compagnia delle persone che amate, alla ricerca e alla riscoperta dei veri valori che contano 

52 week project 2012 - 13/52

per il tredicesimo appuntamento con il 52 week project, il mio tema è sempre la natura, ho scelto, seppur postandola in ritardo, una primizia del mio orto!
la prima insalatina che sta cresciendo bio al 100%, dal seme al concime! 

venerdì 6 aprile 2012

recensioni

EMMA - Jane Austen

Emma è una giovane donna ricca e sfrontata, che trascorre il proprio tempo prendendosi cura del padre ipocondriaco e giocando a combinare matrimoni. Dopo aver trovato marito alla governante si dedica con grande convinzione all'ingenua Harriet Smith, una ragazza povera e semplice che spera di poter spingere tra le braccia di Mr Elton, il vicario. Con l'indipendenza di chi non teme i sentimenti, Emma intreccia flirt, manovra dietro le quinte e risponde con prontezza alle rimostranze di Mr Knightley, l'unico in grado di scorgere la pericolosità delle sue iniziative e capace di tenerle testa. Con "Emma" Jane Austen crea un personaggio che, secondo le parole dell'autrice, non poteva piacere ad altri che a lei: una protagonista presuntuosa e pungente, ben consapevole della propria bellezza e intelligenza. Tutto in lei è superficie, regola sociale indiscussa e indiscutibile.

commento personale: non ho amato molto il personaggio di Emma, troppo pieno di se per vedere cosa accadeva davvero intorno a lei, però la Austen ha costruito decisamente un capolavoro che merita di essere letto

WAR HORSE - Michael Morpurgo
L’Europa è in subbuglio per lo scoppio della Prima Guerra Mondiale quando Albert, un ragazzo inglese, parte per il fronte francese alla ricerca del suo amato cavallo. War Horse di Michael Morpurgo, da cui Steven Spielberg ha tratto l’omonima pellicola presto nelle sale cinematografiche, è la storia di un’amicizia che supera le avversità, le frontiere e le guerre. Adatto per lettori dai 10 anni in su, questo romanzo è il racconto di una grande avventura. Joey è infatti un puledrino quando viene affidato alle mani, altrettanto piccole, di Albert. E’ l’inizio di un’amicizia e di un percorso di crescita insieme sino a quando la guerra, come sempre, rovina tutto e porta via ciò che più amiamo. Il padre di Albert decide infatti di vendere il prezioso e bellissimo cavallo alla cavalleria britannica. Parte così un duplice racconto, visto dagli occhi del cavallo e del giovane, impegnati in un’odissea per ritrovarsi. Morpurgo, prolifico scrittore inglese di storie e romanzi per bambini, ci conduce in questa storia che solletica la fantasia sottoponendoci le avventure di Joey e quelle di Albert. Il cavallo infatti è impegnato nelle brutture della guerra e sul fronte francese, dove aver perso il suo cavaliere che viene ucciso in uno scontro, è intrappolato nel fuoco nemico. Costretto a servire sia il battaglione francese che quello inglese, Joey è sempre sul filo della morte. Coraggioso e fedele, il cavallo racconta a lettori giovani e meno giovani la guerra, vista dal punto di vista di chi la combatte, con la paura e le malvagità che essa comporta. Riuscirà però il cavallo a sopravvivere? Sebbene sia passato qualche anno Albert non riesce a dimenticare il suo migliore amico e decide di scappare e riuscire a ritrovare il suo amato compagno di giochi e di sfide. Comincia per lui, ancora troppo piccolo per arruolarsi nell’esercito, un viaggio ricco di insidie e di pericoli, a cui si può far fronte solo se spinti da un grande amore, come quello che unisce un bambino ad un animale. Preparate coperte a cui aggrapparvi per la paura e cappe e spade che fingerete di brandire seguendo questa bellissima avventura.

commento personale: seppur una storia per ragazzi, originalissima l'idea di vedere la guerra dal punto di vista dei cavalli e chi conosce i cavalli, non può non notarne la perfezione nelle descrizioni dei sentimenti

martedì 3 aprile 2012

finalmente confezionati

eh gia, ognuno ha i suoi tempi, ahahhaha

meglio tardi che mai, il ricamo Rovaris applicato alla coperta in pile che mi scalderà il prossimo inverno

e la tovaglietta da the blu con i quattro tovaglioli con il ricamo orientaleggiante su tela a fili contati bianca.

domenica 1 aprile 2012

nuova collaborazione : "L'originale" della Patty

nuovi progetti, vuol dire anche nuove collaborazioni.....e a breve di collaborazioni importanti ve ne mostrerò altre. Ma intanto ecco la prima, quella con la mitica Patty e le sue tele emiane colorate. Perchè ho scelto lei? innanzitutto perchè adoro il suo prodotto e poi perché tra colleghi, seppur in ambiti diversi, si cerca di aiutarsi.

La mia attività non è prettamente legata al ricamo, anzi, i prodotti di punta, soprattutto da luglio in poi quando avremo la licenza per vendere alimentari, saranno altri, ma uno sguardo particolare al ricamo (una delle mie passioni) lo abbiamo voluto dare e tra i tanti, abbiam scelto questa particolare collaborazione, che ci permette di promuovere un prodotto 100% in fibra naturale (cotone) nel quale crediamo.

Sono particolarmente riconoscente alla Patty, che poteva scegliere di crearsi da sola una vetrina online per vendere le sue tele e invece si sta fidando di me.....ma come dice mio marito, queste collaborazioni porteranno solo fortuna ad entrambe ;)
Per chi già acquista da lei, non cambia nulla, lei sarà sempre la vostra fornitrice principale, per chi non ha la possibilità di acquistare presso il suo negozio, vi invito a visitare la mia pagina facebook, in attesa che il sito online ecommerce venga pronto: natural & bio.
e per chi non avesse la possibilità di connettersi a facebook, in attesa del sito, scrivetemi a ricamarechepassione@libero.it oppure lasciate un commento qui sotto con il vostro indirizzo email.

sabato 31 marzo 2012

swap in - swap stagioni 2012

e dopo avervi fatto vedere cosa ho spedito io....ecco quello che ho ricevuto. La stagione che avevo scelto era anche per me l'estate....e questa è la splendida borsa che mi è stata mandata
Serena è stata abilissima, mi spiace che la foto non renda giustizia anche alle sue doti di sarta, ma è davvero cucita perfettamente.

eccovi un particolare del ricamo

che dire, le foto parlano da sole, no? vien proprio voglia di prendere e partireeeeeeee

grazie Serena!!!!