martedì 2 agosto 2011

finalmente pronto anche questo pannello acquistato qualche mese fa e posizionato in cameretta. Ho sempre amato questo animale, non so perchè ma non riesco a immaginarmelo cattivo come la maggior parte della gente fa e questa immagine mi affascina molto

vi lascio queste curiose informazioni trovate in rete in merito alla figura del lupo nella cultura dei nativi americani:
Il Lupo è il pioniere, il precursore di nuove idee, che ritorna nel clan per insegnare e condividere la medicina.
Il Lupo prende una sola compagna per la vita, ed è leale come il Cane.
Se tu frequentassi i Lupi, scopriresti nel branco un enorme senso della famiglia, nonché un fortissimo impulso individualista, qualità che rendono il Lupo molto simile alla razza umana: anche noi umani possediamo la capacità di fare parte di una società oppure di continuare ad incarnare i nostri sogni e le nostre idee individuali.
Nella Nazione della Grande Stella, il Lupo viene rappresentato dalla Stella Cane, Sirio, la cui leggenda narra che fu la casa originaria dei nostri maestri nei tempi antichi. Secondo gli antichi egizi Sirio era la casa degli dei, e viene ancora considerata come tale dalle tribù dei Dogan in Africa. Era ovvio che i Nativi Americani esprimessero esattamente questo stesso collegamento ed adottassero le persone-Lupo come il clan dei maestri.
I sensi del Lupo sono molto acuti, e la luna è il suo Potere Alleato: la luna è il simbolo della energia psichica, o del inconscio che ha in sé i segreti della conoscenza e della saggezza, e ululare alla luna potrebbe essere un’indicazione del desiderio del Lupo di mettersi in contatto con nuove idee che si trovano appena sotto la superficie della coscienza.
La medicina del Lupo da al maestro che è in ognuno di noi, la forza di venire fuori, ad aiutare i figli della Terra a comprendere il Grande Mistero e la Vita…

il gusto di arredare casa propria

ogni tanto mi prendono le manie di cambiare il corredo di casa e poichè spesso non si hanno tante disponibilità.....anzi, mai come in questo periodo non se ne hanno affatto, ahahahahaha, ci si inventa qualcosa di creativo con poco. E così, da un vecchio copripiumino ikea risalente alla mia esperienza di vita da sola di 13 anni fa ecco venir fuori un elegante copridivano rosso al quale ho abbinato tre cuscini fruttosi che la mia mamma ha cucito per me, con tela della mitica Patty :D

poi prendi due federe bianche classiche e le impreziosisci con delle bande di cotone ai lati......et voilà, due nuove federe pronte in un attimo....qui sotto il particolare della stampa, ovviamente a tema "cavalli"  :D

e se ti avanza un pezzetto di cotonina prendi una coppia di spugne e la cuci lì........e in un attimo ho pronto un nuovo elegante corredo, che ne dite?......ma altre idee frullano per la testa.......


Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti. - Cesare Pavese - La luna e i falò
nella foto: Rovescala - PV