giovedì 10 maggio 2012

recensioni

 LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE
JOSEPH ROTH

trama: Il libro segue le vicende di un barbone alcolizzato, Andreas Kartak. Originario dell'impero asburgico, dopo aver ucciso il marito della sua amante fugge a Parigi. Vive sotto i ponti di Parigi: ricevuti 200 franchi da un uomo che aveva deciso di convertirsi al Cristianesimo, dopo aver conosciuto la storia della piccola Santa Teresa, Andreas si impegna a restituire il denaro la domenica seguente, facendo un'offerta nella chiesa di Santa Maria di Batignolles, prima della messa delle dieci. Molte volte Andreas, aiutato dal destino, avrà in tasca una somma di denaro sufficiente per saldare il proprio debito, recuperando l'onore e la dignità; altrettante volte si lascerà però distrarre da amori, vizi, vecchie amicizie, ricadendo puntualmente nell'amore per le belle donne (Karoline) e dell'alcol(pernod)  Nelle ultime pagine Andreas è per l'ennesima volta in un bistrot vicino alla cappella, e ubriaco viene colto da un malore. Poco prima di morire vede entrare nel bistrot una ragazzina, che sembra andargli incontro, e pensa si tratti di Santa Teresa, venuta a cercarlo e perdonarlo. Con quest'illusione di essere stato redento, Andreas muore felice.


commento personale: una lettura veloce e scorrevole, un'ottima trasposizione su carta dei sentimenti dei cosiddetti barboni e del loro senso dell'onore


DELITTO IDEALE
LUIGI CAPUANA

trama: tutte novelle, in cui Capuana crede molto e tutte interessanti. A partire dall'uomo che si fa giustizia da solo per aver "solo desiderato" di uccidere un uomo

commento personale: tutti i racconti, nessuno escluso, potrebbero essere trasportati sul grande schermo in chiave moderna, tutti assolutamente attualissimi

1 commento:

  1. ciao grazie mille per il commento, questo terzo figlio anch'esso desideratissimo mi fa sentire al settimo cielo..un bacio..iulia

    RispondiElimina