giovedì 10 maggio 2012

recensioni

 LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE
JOSEPH ROTH

trama: Il libro segue le vicende di un barbone alcolizzato, Andreas Kartak. Originario dell'impero asburgico, dopo aver ucciso il marito della sua amante fugge a Parigi. Vive sotto i ponti di Parigi: ricevuti 200 franchi da un uomo che aveva deciso di convertirsi al Cristianesimo, dopo aver conosciuto la storia della piccola Santa Teresa, Andreas si impegna a restituire il denaro la domenica seguente, facendo un'offerta nella chiesa di Santa Maria di Batignolles, prima della messa delle dieci. Molte volte Andreas, aiutato dal destino, avrà in tasca una somma di denaro sufficiente per saldare il proprio debito, recuperando l'onore e la dignità; altrettante volte si lascerà però distrarre da amori, vizi, vecchie amicizie, ricadendo puntualmente nell'amore per le belle donne (Karoline) e dell'alcol(pernod)  Nelle ultime pagine Andreas è per l'ennesima volta in un bistrot vicino alla cappella, e ubriaco viene colto da un malore. Poco prima di morire vede entrare nel bistrot una ragazzina, che sembra andargli incontro, e pensa si tratti di Santa Teresa, venuta a cercarlo e perdonarlo. Con quest'illusione di essere stato redento, Andreas muore felice.


commento personale: una lettura veloce e scorrevole, un'ottima trasposizione su carta dei sentimenti dei cosiddetti barboni e del loro senso dell'onore


DELITTO IDEALE
LUIGI CAPUANA

trama: tutte novelle, in cui Capuana crede molto e tutte interessanti. A partire dall'uomo che si fa giustizia da solo per aver "solo desiderato" di uccidere un uomo

commento personale: tutti i racconti, nessuno escluso, potrebbero essere trasportati sul grande schermo in chiave moderna, tutti assolutamente attualissimi

venerdì 4 maggio 2012

sal snapper year by bent creek - settembre

su lino color panna 11 fili, filati mouline DMC ma non nei colori originali previsti dallo schema
ecco il mese di settembre

e qui la visione d'insieme

giovedì 3 maggio 2012

52 week project 2012 - 18/52

per il 18esimo appuntamento con l'iniziativa di Simona, sempre tema natura, ho scelto la foto di questo vitino che silenzioso silenzioso è cresciuto in un angolo del paddock di Idalgo. Con cura e delicatezza, lo abbiamo preso e messo in vaso, sperando che con la stessa delicatezza possa arrampicarsi lungo il muro di casa nostra. Secondo me, una vite che nasce spontanea può solo portar fortuna, e secondo voi? e chissà che tra qualche anno non vi mostri la foto di come è cresciuto :D


martedì 1 maggio 2012

sal a schema libero Renato Parolin, Il rovere antico

era partito dal mio blog, ma si è spostato su facebook, per questioni di comodità nella comunicazione tra le varie partecipanti. A fine sal posterò comunque qui i lavori di tutte ;)

Lo schema che ho scelto io è "il rovere antico" e più lo ricamo più me ne innamoro
su lino 13 fili color greggio di f.lli graziano, filati mouline DMC

ecco dove sono arrivata